Vigneti
  • 27
  • aprile

Cosa mangiare a Lanzarote

Non sai dove e cosa mangiare a Lanzarote?

Inizio dicendo che la maggior risorsa che offre l’oceano è il pesce, inesauribile risorsa , che insieme alla carne sono gli alimenti principali su cui si basa la cucina tipica di Lanzarote e delle isole canarie in genere. Tra i prodotti tipici che principalmente accompagnano a tavola il pesce e la carne sono la patata, il formaggio, la banana e, non per ultimo, il vino.

Porto Playa Blanca
Porto Playa Blanca

Il pesce è immancabilmente fresco di giornata se lo consumate presso i ristoranti che sorgono nei piccoli paesi di pescatori, infatti molto spesso le famiglie di pescatori sono anche proprietari dei ristorantini sopra citati. Il pesce abitualmente viene sapientemente fritto o cucinato alla griglia o in casseruola con patate ed erbe aromatiche.

La carne che più comunemente viene consumata è principalmente di pollo, maiale, capra, bovina e di coniglio. Il “Rancho Canario” , che trae origine dalle tradizioni culinarie di Gran Canaria.  A base di maiale o di pollo questo piatto vede cucinare in casseruola la carne con patate, cipolla, aglio, zafferano ed altre erbe aromatiche. Il tutto verrà ricoperto da tagliatelle; queste a loro volta da una frittata fatta con parte degli stessi ingredienti per cucinare la carne con l’aggiunta di una salsiccia.

Rancho canario
Rancho canario

Un altro piatto tipico spagnolo che trova frequente spazio nelle tavole imbandite di Tenerife e Lanzarote è il “puchero” (pucero); minestra di verdure a base di fagioli, patate americane, pannocchie, verze, bubangos (un tipo di zucchina), altre verdure miste e pezzi di carne di maiale.

Per gli appasionati della carne fritta e delle salse piccanti ecco il “Pollo mojado“, ossia pollo fritto con una particolare tecnica totalmente immerso nel “Mojo Picon“,  piatto tradizionale originario.

Mojo Verde
Mojo Verde

La maggior parte delle pietanze a Lanzarote vengono accompagnate da salse, la principale è Il mojo verde che  è una salsa a base di olio d’oliva, aglio e coriandolo, poi troviamo Il mojo picón , come dice il nome molto piccante, è a base di di olio d’oliva, aglio e peperoncino rosso piccante.

Poi troviamo i vini a Lanzarote che sono molto famosi, infatti è zona vinicola con denominazione d’origine dal 1993, e produce circa 1.900.000 bottiglie l’anno.

Vigneti
Vigneti

I vigneti, che coprono varie aree isolane, si trovano tutti tra i 200 ed i 500mts, dove il suolo vulcanico è più protetto e ricco di minerali. Infatti, se nelle zone più accessibili ai turisti lo strato vulcanico si attesta intorno ai 20-30cm, questo passa a circa 2 metri di profondità nelle zone più centrali dell’isola.
In questi strati si scavano grandi buche circolari, a forma di cono inverso, in cui viene piantata la vite. Successivamente le buche vengo ricoperte con lo strato di cenere di lava. Questo strato ha la capacità di trattenere l’umidità notturne, convogliandola verso le radici della pianta, evitandone l’evaporazione durante le ore diurne. Le viti vengono poi protette da un basso muretto in pietra bianca, evitando così il più possibile gli effetti degli alissi.

LEAVE COMMENT