Corniche Casablanca
  • 29
  • aprile

Cosa visitare a Casablanca

Cosa visitare a Casablanca? Ecco un’ottima guida

Moschea di Hassan

Moschea Hassan
Moschea Hassan

E’ la Moschea di Hassan II è l’elemento architettonico più interessante di Casablanca, ed è anche la prima cosa che vedrete se avete la fortuna di andare a Casablanca, conosciuto in tutto il mondo perché vanta il minareto più alto del globo con i suoi 200 metri.

Questa moschea fu fatta costruire dall’monimo re in occasione dei suoi 60 anni, i lavori sono incominciati nel 1980 e terminati nel 1993: l’obiettivo dichiarato era quello di creare un monumento che diventasse simbolo ed emblema della città e che rimanesse nella storia.

Con il suo bellissimo e altissimo minareto e con la sua posizione affacciata sul mare questa Moschea è un’opera di immensa bellezza e piena di significati storici. La presenza delle acque va giustificata dal fatto che, secondo Hassan II, il trono di Dio era sulle acque. Un’altra particolarità di questa moschea che è aperta a tutti, con visite guidate ogni ora.
La vecchia Medina
Chiamata anche Ancienne Medina la zona centrale della città di Casablanca è un insieme di vie intricate e tortuose, circondate da mura del XVI secolo. Si tratta di un posto bellissimo e affascinante dove potrete passeggiare, comprare qualche souvenir e fare uno spuntino. Questa vecchia Medina è utile per comprendere a fondo la società marocchina, io consiglio di andare sempre accompagnati da qualcuno del posto che conosce il posto, perché per esperienza personale potrete imbattervi in qualche truffatore.

 

La nuova Medina
Realizzata intorno al 1923, nella zona più nuova e considerata la più europea della città: si tratta di una zona più moderna sebbene, anche questa, sia caratterizzata da alcuni tratti tipici delle Medine marocchine, con la presenza dei souk, delle botteghe artigianali, ideali per comprare un souvenir.
Boulevard Mohammed V e zone limitrofe
La zona del Boulevard Mohammed V è molto conosciuta perché potrete ammirare lo stile Mauresque, decisamente caratteristico: uno stile architettonico che unisce da un lato i tratti del colonialismo francese dall’altro gli elementi tipici dell’architettura e dell’arte marocchina.

Boulevard Mohammed V
Boulevard Mohammed V

Il Mauresque è molto simile all’Art Decò: tra le costruzioni più rappresentative da visitare ci sono la Cathèdrale du Sacrè Coeur, l’Ancienne Prèfecture, la Posta Centrale e la Banque al-Magrhrib, in stile più tradizionale marocchino. Per quanto riguarda la cattedrale del Sacro Cuore si tratta di una chiesa cattolica, luogo di culto per la comunità cattolica locale: è stata costruita nel 1930 dall’architetto Paul Tournon ed è immersa nel verde, dato che si trova intorno a essa il Parco della Lega Araba.
La spiaggia di Ain Diab
Non si può considerare Casablanca una meta marittima: è vero il mare c’è, ma non è di certo uno dei migliori dell’Oceano Atlantico. Tuttavia la zona della spiaggia di Ain Diab merita di essere visitata, soprattutto durante le ore serali e notturne: qui si trovano tutti i locali ideali per il divertimento.

Ain Diab Casablanca
Ain Diab Casablanca

E’ sul lungomare, infatti, che si anima la movida di Casablanca. Di giorno è possibile godere di tutti i comfort necessari: dai villaggi con piscine vista mare ai campi da gioco, dal tennis alla pallavolo. Sebbene la barriera corallina sia pressoché assente è possibile organizzare immersioni guidate che vi consentiranno di ammirare pesci colorati e di trascorrere piacevolmente la vostra giornata.

Corniche Casablanca
Corniche Casablanca

Il Museo Ebraico
L’appuntamento con la cultura è relegato al Museo Ebraico, che si trova nel quartiere di Oasis a circa cinque chilometri dal centro della città: è il posto giusto per chi vuole rivivere e ricordare la storia ebraica nel mondo musulmano. In questo museo potrete trovare tutte le testimonianze che dimostrano come la cultura ebraica abbia avuto un ruolo fondamentale per lo sviluppo della società marocchina.

LEAVE COMMENT