Capo Formentor
  • 19
  • aprile

Cosa visitare a Palma di Maiorca

Cosa visitare a Palma di Maiorca? Ecco un’ottima guida

Palma di Maiorca

Come prima tappa io consiglierei di visitare proprio la città di Palma di maiorca, fondata dai Romani nel 123 a.C., Palma di Maiorca è il capoluogo delle Baleari e il principale centro dell’isola di Maiorca.
Il mare bello, il clima gradevole, i divertimenti e un ambiente culturale sempre in fermento la rendono meta ambita dal turismo internazionale e di tutte le età.

Le spiagge sono facilmente accessibili, la vita notturna si concentra intorno ai bar, alle discoteche e ai pub del centro storico; mentre, intorno al Passeig des Born, tra locali alla moda e botteghe caratteristiche, si incontrano turisti provenienti da ogni parte del mondo. Allo svago e al relax, potrete associare una visita ai monumenti più significativi di Palma di Maiorca: i Bagni Arabi, la Cattedrale gotica e il Palau dell’Almudaina sono simbolo del suo glorioso passato.

Le spiagge di Maiorca

Il litorale di Maiorca presenta un paesaggio contrastante: da un lato le montagne della Sierra de Tramuntana che si tuffano a picco nel mare, dall’altro la costa con spiagge e cale tra le più belle del Mediterraneo.

Vi elenco alcune spiagge:

Can Pastilla
Si trova attaccata a El Arenal, è difficile sapere dove finisce l’una e inizia l’altra. Le sue acque e la sabbia fine sono di qualità eccellente. E’ una spiaggia molto popolare tra i turisti di Palma.
Cala Major
Si tratta di una spiaggia attraversata da una catena alberghiera, alcuni lavori di ristrutturazione hanno reso questo posto uno dei luoghi più turistici per eccellenza, grazie agli alberghi con vista sul mare e la giardino di palme che collega l’ingresso dell’hotel alla spiaggia. Si trova in uno dei punti più attraenti di Palma. Molti appassionati di surf e bodyboard frequentano questa spiaggia nei giorni di vento per godere delle belle onde che si formano.
Cala Estancia
E’ una spiaggia con acqua limpida e tranquilla e fine sabbia dorata, ed è la più tranquilla trovandosi nel punto più lontano dall’aeroporto di Palma.
Playa Formentor
Formentor è la spiaggia più famosa e visitata sull’isola di Maiorca, è caratterizzata dalla bellezza dei suoi dintorni, dalle eccellenti infrastrutture che la circondano, presenta zone di ancoraggio, alberghi, parcheggi, ristoranti, bagni. In questa spiaggia i visitatori possono svolgere varie attività.
Es Trenc
Con la sua sabbia bianca e fine e la sua posizione lontana, Es Trenc può essere definita come una spiaggia incontaminata. Si sviluppa per 3 metri di lunghezza, è circondata da fitta vegetazione e vanta una bellissima vista sull’isola di Cabrera. Molte barche vengono a gettare l’ancora in questa spiaggia. La Playa Es Trenc è famosa per essere il luogo preferito dei nudisti, con un’aerea riservata.

 

I parchi naturali di Maiorca

Un altro aspetto importante dell’isola di Maiorca è il panorama naturale non intaccato dall’azione dell’uomo, rientrano le aree protette.
A Maiorca i più bei parchi naturali sono: l’arcipelago di Cabrera, con un fondale marino tra i migliori del Mediterraneo e un ecosistema ancora incontaminato; la Riserva di Albufera, formata da lagune e canali naturali e artificiali; e la Riserva di Mondragò, con spiagge, dune, depositi marini di tipo corallino e torrenti. Se vi tratterrete sull’isola qualche giorno in più e dopo aver visitato queste tre splendide aree naturali, meritano una visita anche le aree di Llevant e della Serra de Tramuntana, le cui valli sono ricche di frutteti, alberi di arancio e di limone.
Le città e i villaggi di Maiorca

Maiorca è ricca di città e villaggi caratteristici che, oltre ad aver ispirato molto artisti per la bellezza dei paesaggi, sono custodi delle tradizioni storiche e culturali dell’isola.

Pollenca
Pollenca

Villaggi come Estellencs, Valdemossa o Deià conservano la loro struttura medievale con le abitazioni semplici e sobrie dell’architettura tradizionale di Maiorca. Subito dopo Deià, si incontra Lluc, centro spirituale in cui si venera l’immagine della patrona dell’isola, e, passando per Sóller e Pollença, ci si spinge fino a Cap de Formentor, uno dei centri più visitati dell’isola soprattutto per il faro da cui si ammira una splendida vista sul Mediterraneo.
Il faro di Cap de Formentor a Maiorca

Capo Formentor
Capo Formentor

Spettacolo unico, lasciando la località di Pollença e proseguendo verso nord-est, si arriva alla penisola di Formentor: una lingua di terra che finisce direttamente nel mare e costituisce la punta settentrionale della Sierra de Tramuntana.

Il percorso non è facile, né breve, ma offre delle vedute panoramiche che lasciano lo spettatore senza fiato, io personalmente sono arrivato in macchina fino a Capo Formentor. Si pensi al panorama che si può ammirare dal Mirador des Colomer: una scogliera che offre degli scorci spettacolari sul mare e sull’isola.Proseguendo nel percorso, i più intrepidi giungeranno al promontorio roccioso di Cap de Formentor, sul quale si erge austero il Faro. Inerpicato su uno strapiombo di 200 metri, l’argenteo Faro di Cap de Formentor domina la vetta più alta della scogliera: da qui si può avere una vasta veduta dell’isola, accompagnata dal fragore del mare che si infrange sulle pareti rocciose e dal rumore continuo dei venti.

 

LEAVE COMMENT